Istruzioni da seguire dopo un intervento di chirurgia orale

dopo un intervento di chirurgia orale

Istruzioni Da Seguire Dopo Un Intervento Di Chirurgia Orale Nella Clinica Dentale ENDODENTAL

Ogni intervento di chirurgia orale comporta una lesione dei tessuti di maggiore o minore entità. Il problema che si manifesta con maggior frequenza dopo un intervento chirurgico è rappresentato dal dolore e dal gonfiore localizzati sia nel punto esatto dell’intervento, sia in prossimità di esso.

Il medico ha il dovere d’informare il paziente impartendogli le istruzioni da seguire dopo l’intervento, ancor meglio se in forma scritta. È molto importante attenersi alle istruzioni perché da esse dipende il buon esito dell’operazione, la durata della convalescenza e l’esclusione di potenziali complicanze.

Se fumate, dovete astenervi dal fumare per almeno 24 ore dopo l’intervento (meglio ancora se si evita di fumare per alcuni giorni). Fumare la pipa e i sigari, in questo caso, comporta conseguenze anche peggiori delle normali sigarette con il filtro.

Non lavate la ferita e l’area immediatamente adiacente con lo spazzolino per almeno 24 ore dall’intervento, ma rimuovete delicatamente i residui di cibo con un bastoncino per le orecchie o con un pezzetto di garza sterile. Lo stesso vale per i punti di sutura che racchiudono l’incisione. Lavate gli altri denti come sempre, ossia con lo spazzolino.

Per le prime 24 ore dall’intervento evitate di risciacquare la bocca. Trascorse le prime 24 ore, potrete risciacquarla con un infuso tiepido di salvia o camomilla oppure con un antisettico molto delicato (ad esempio, a base di Clorexidina gluconato al 0,12%) per una settimana.

È normale che la ferita sanguini leggermente per qualche ora dopo l’intervento. Il tampone sterile (garza) che l’odontoiatra ha messo sulla ferita va delicatamente rimosso, terminato l’intervento, di norma dopo 15-30 minuti.

Se la ferita continua a sanguinare, la si può coprire con una garza sterile, premendo leggermente per lo stesso tempo (15-30’). Al posto della garza, si può anche usare una bustina di tè. Se la ferita continua ancora a sanguinare, rivolgersi al proprio medico!

Il DOLORE è un normale sintomo successivo a ogni intervento chirurgico. Si consiglia di assumere un analgesico 30 minuti dopo l’intervento. Assumete quei farmaci antalgici (antidolorifici) che prendete ogni volta che avete necessità di lenire un dolore, ma evitate assolutamente di assumere farmaci a base di acido acetilsalicilico (ASPIRINA, ANDOL) perché causerebbero il perdurare dell’emorragia!

Un farmaco antalgico che s’è dimostrato molto efficace nel lenire i dolori è l’IBUPROFENE. Di norma si assume in dosi da 400 mg (1 compressa). Per una dose maggiore occorre consultare il medico. In ogni caso, mai superare le 6 compresse al giorno!

Il GONFIORE (o EDEMA) è, assieme al dolore, il più frequente dei sintomi che si manifestano dopo un intervento chirurgico. Può essere di maggiore o minore entità, il che dipende dal tipo d’intervento, dalla tipologia dei tessuti interessati, dalla presenza di un processo infiammatorio in corso, dal danneggiamento delle strutture tessutali e dalla durata dello stesso intervento.

Di norma sopravviene qualche ora dopo o, più frequentemente, entro 72 ore dall’intervento. Se il gonfiore non scompare dopo tre giorni, occorre rivolgersi al proprio medico! Il miglior metodo per prevenire efficacemente il manifestarsi dell’edema postoperatorio è trattare il punto dell’intervento con il ghiaccio.

Consigliamo di applicare un sacchetto di plastica contenente del ghiaccio (per evitare che il ghiaccio entri direttamente a contatto con la pelle) per 10-15 minuti sul punto dell’intervento (ossia sul punto della pelle del viso corrispondente all’area interessata dall’intervento); dopo di che fare una pausa della medesima durata, ripetendo il procedimento per le 6-8 ore Il ghiaccio, oltre a prevenire il gonfiore, lenisce anche il dolore postoperatorio.

Circa l’ALIMENTAZIONE, si consiglia di consumare un pasto leggero 2-3 ore prima che abbia inizio l’intervento di chirurgia orale (mai presentarsi digiuni!). Il senso di fame, infatti, aumenta lo stress prima dell’intervento; inoltre, ci si sente deboli e si corre il rischio di perdere i sensi sotto i ferri. Anche dopo l’intervento è necessario consumare pasti leggeri. Vanno assolutamente evitati i cibi e le bevande caldi per almeno 24 ore dall’intervento, così come i cibi piccanti e molto conditi e i superalcolici.

Un gelato, uno yogurt, una spremuta di limone o un succo d’ananas sono ottime scelte dopo un intervento di chirurgia orale. Evitare di masticare e di fare pressione sul punto della ferita o dell’innesto dell’impianto e, infine, di bere con la cannuccia!

Altre informazioni utili

Va assolutamente evitato ogni sforzo fisico di un certo rilievo, almeno per 2-3 giorni dopo l’intervento. Dopo l’operazione, sarebbe meglio riposarsi per alcune ore.

Dormire in posizione supina con il capo rialzato.

Evitare d’inchinarsi e di fare movimenti bruschi con il capo per alcuni giorni.

Evitare le correnti d’aria, i locali climatizzati e ogni altro luogo con forte circolazione d’aria.

Dopo l’intervento di chirurgia orale è bene evitare di esporsi al sole e di fare il bagno in mare. Dopo l’innesto d’un impianto dentale in prossimità dei seni mascellari o nei seni stessi, è assolutamente vietato fare attività subacquea o soffiarsi il naso!

Tale divieto vale anche dopo l’intervento di rialzo del seno mascellare (o sinus lift). Quando l’intervento chirurgico ha interessato i seni mascellari, lo specialista vi raccomanderà di evitare i viaggi in aereo o le arrampicate in alta quota.

Se il medico vi ha prescritto un certo antibiotico o un altro farmaco da assumere dopo l’intervento, è importantissimo seguire con cura e attenzione la prescrizione medica secondo i modi e i tempi previsti.

L’igiene orale deve essere impeccabile e regolare. Se sull’impianto sono stati sistemati i c.d. tappi o perni di guarigione (“gengiva former”), essi andranno accuratamente puliti con lo spazzolino, onde evitare gli accumuli di cibo o di placca. Ciò vale anche per gli attacchi e le barre dentali e per qualsiasi altro manufatto protesico che l’odontoiatra abbia collocato nel vostro cavo orale.

I punti di sutura vengono, di norma, rimossi dopo 7-14 giorni dall’intervento. Se sono stati usati i c.d. punti interni riassorbibili, essi non andranno rimossi ma si riassorbiranno da soli in 20-30 giorni.

Tutto considerato, quindi, le complicanze e i problemi che possono manifestarsi in fase postoperatoria sono più frequentemente causati dall’inosservanza delle indicazioni mediche da parte del paziente che dallo stesso intervento. Il PAZIENTE ha, dunque, una grande responsabilità in fase postoperatoria, ossia una volta uscito dallo studio specialistico.

Per qualsiasi situazione poco chiara che possa mettere a repentaglio la vostra salute o, addirittura, la vostra vita, siete pregati di rivolgervi immediatamente e senza indugio al vostro odontoiatra.

Table of Contents

Condividi questo post
Share on facebook
Share on email
Share on twitter
Share on google
Articoli correlati
Quanto costa un impianto dentale
Articoli dentali
Quanto Costa un impianto Dentale in Albania?

Quanto Costa Un Impianto Dentale In Albania? Impianto dentale costo – perché questi prezzi?Per molte persone in Italia, le spese per curare i denti sono molto

Domande frequenti

Cos'è l'implantologia?

 

L'implantologia è la branca dell'odontoiatria che si occupa della sostituzione dei denti naturali mancanti mediante impianti sui quali vengono inseriti i nuovi denti artificiali. Quando si inseriscono nell'osso impianti in titanio puro, l'osso cresce a diretto contatto con la superficie implantare. Questo fenomeno prende il nome di osteointegrazi one e permette agli impianti di diventare parte integrante del corpo, come lo sono le radici dei denti naturali.

 

L'implantologia è uscita dalla "fase pionieristica" ed è diventata una branca ufficiale dell'odontostomatologia agli inizi degli anni ‘80 negli Stati Uniti ed intorno al 1985-1986 in Italia. L"ufficializzazione" è avvenuta solo quando la prestigiosa Scuola Svedese del Prof. P.I. Branemark ha presentato al mondo scientifico internazionale le ricerche cliniche su paziente che dimostravano in modo inconfutabile che gli impianti sono un trattamento con una altissima percentuale di successo, superiore al 95% dopo 10 anni.L'implantologia è attualmente insegnata in tutte le più prestigiose università straniere ed italiane. Negli ultimi anni sono nate accademie professionali che organizzano congressi e corsi per diffondere la "moderna implantologia" a livello nazionale ed internazionale. L'Italia ha compiuto passi da gigante negli ultimi 15 anni, uniformandosi ai paesi "più evoluti" in campo medico-chirurgico, fino a far valere la sua voce in congressi internazionali.

 

Quando dura un impianto dentale?

 

Quando un impianto si è integrato con l'osso non c'è limite alla sua durata, purché il paziente mantenga una scrupolosa igiene domiciliare e si sottoponga a controlli periodici e la riabilitazione sia eseguita nel rispetto di corretti parametri tecnici.

 

Il trattamento è doloroso?

 

No. Se l'intervento è ambulatoriale, si opera in anestesia locale utilizzando anestetici appositamente sviluppati per la chirurgia orale. Tali anestetici sono molto efficaci e producono una profonda anestesia. Il paziente non avverte alcun dolore. Terminata la fase chirurgica verranno prescritti farmaci analgesici-antinfiammatori in grado di controllare efficacemente l'eventuale insorgenza del dolore post-operatorio.

 

Quando costa un impianto dentale in Albania?

Impianti dentali in Albania prezzi costi. A partire da 400 €, Un’arcata completa da 12 denti su 6 impianti a partire da 3600,00 €. Sicuramente il motivo principale che spinge tanti italiani a fare turismo dentale in Albania per effettuare gli impianti dentali, sono i prezzi bassi che offrono le cliniche dentali in Albania.I materiali che vengono utilizzati sono certificati e garantiti in modo da offrire il miglior servizio possibile per tutti i pazienti, con i costi bassi.I prezzi richiesti per gli impianti dentali in Albania sono notevolmente inferiori rispetto a quelli in Italia e di altri paesi europei, questo permette a molte persone di poter risolvere in maniera definitiva i loro problemi di cure dentali in Albania con un risparmio fino a 60%Per avere informazioni rispetto ai prezzi degli impianti dentali in Albania e per avere un preventivo gratuito e personalizzato potrai contattarci tramite l'apposito modulo inviandoci la panoramica dentale. Effettuare gli impianti dentali in Albani è possibile per tutti grazie ai prezzi agevolati e all’esperienza dei medici delle nostre cliniche che sapranno garantirvi un lavoro duraturo e definitivo.

Richiedi un preventivo gratuito

Compila correttamente i dettagli nel modulo sottostante e ti risponderemo immediatamente
con le indicazioni fornite dai nostri medici professionisti.

065 655 80 39

Chiama Ora il numero Fisso Italiano

[email protected]

Scrivici ora
Preventivo Gratuito